Accessori elettronici

Nella vita di tutti i giorni siamo circondati da apparecchiature elettroniche e i loro accessori, dai caricabatterie ai telefomandi alle memorie. Quindi, almeno per me, decidere cosa portare in viaggio è sempre motivo di riflessione, perché sembra sempre che tutto ci possa servire e che non se ne possa fare a meno. Con il tempo ho imparato a viaggiare leggero, a portare l’essenziale, ma nel mio zaino, credetemi, c’è sempre tanto materiale elettronico.

Caricabatterie

Abbiamo il caricabatterie per il cellulare/smartphone, il caricabatterie per la GoPro, il caricabatterie per la macchina fotografica, per la telecamera, per il computer, per il flash, per il microfono wireless, per la radio (io che sono radioamatore e me la porto dietro) e per ogni altra apparecchiatura elettronica a batteria.

Capite bene che sono troppi e quindi è necessario cercare di “standardizzare” quanto più possibile.

Innanzi tutto, mi porto un alimentatore con 6 uscite USB così da poterci collegare un po’ di tutto, purché sia alimentabile da una porta USB a 5 Vdc. In ingresso accetta sia la tensione europea che quella americana, quindi no problem ovunque si vada. In uscita eroga fino a 60 W di potenza e lo trovate in Amazon.

Quindi possiamo caricare lo smartphone contemporaneamente alla GoPro e ad altri dispositivi. Per esempio, per caricare la batteria della mia macchina fotografica Panasonic Lumix DMC-FZ2000 utilizzo un caricabatterie USB come questo che vi mostro qui. Sicuramente ne esiste uno anche per la vostra macchina fotografica (generalmente li vendono con delle batterie aggiuntive).

Power bank

Che tu sia in aereo o a fare un’escursione in un parco natuale, rimanere senza energia per i propri dispositivi elettronici non è mai una bella cosa. Così mi porto dietro un power bank per avere a disposizione l’energia necessaria per caricare o alimentare ciò che in quel momento necessita di un aiutino. Nel mercato ne trovate di tuti i tipi, differenti per dimensioni, capacità della batteria interna, di numero di uscite e funzioni aggiuntive.

Quello che io ho scelto ha una buona batteria (almeno relativa a quanto l’ho acquistato) da 15.000 mAh: mi permette di effettuare circa 4 ricariche dello smartphone, tanto per darvi un’idea. Inoltre è dotato di pannello solare così che se lo appendete allo zaino si potrà caricare (un pochino) durante l’escursione. Infine funziona anche come torcia grazie a dei LED disponibili su di un lato (può sempre tornare utile, ad esempio in capeggio). Le uscite USB disponibili sono 2 e, ovviamente, possono funzionare contemporaneamente. Questi dispositivi vengono continuamente migliorati, perciò se ne trovano sempre di migliori in commercio e quello che potrebbe essere il successore del mio attualmente è questo qua (la batteria è quasi il doppio e ha 4 uscite di cui una wireless).

Cavi e prese/spine varie

In hotel a volte si trova, oltre il WiFI, un accesso ad Internet tramite cavo Ethernet. Questo mi è capitato soprattutto in quelle strutture dove la connessione wireless non è delle migliori (e il gestore lo sa). Così mi porto generalmente un convertitore USB3 – Gigabit Ethernet, un cavo piatto Ethernet da 5 metri (per stare comodamente sul letto anziché bloccato alla scrivania della camera) e una doppia presa femmina RJ45 (per collegare il cavo dell’hotel alla mia prolunga).

Arriva poi la sera, si torna in hotel e ci si concede un po’ di relax, ci si riposa un po’ dopo la fatica delle escursioni del giorno. A me capita di non avere voglia di dormire ancora, perché magari sono solo le 22, ma siete in un paesino americano sulla Sierra Nevada della California e a quell’ora oramai è tutto chiuso. Che fate? Io riguardo le foto o i video del giorno, magari qualche post sui social ci sta pure bene. Oppure si potrebbe vedere un film. Ma perché limitarsi allo schermo 14″ del laptop? Generalmente in camera potremmo avere una TV con uno schermo di medie dimensioni e per sfruttarlo bene ci serve un cavo per collegarla al computer. In genere oramai si usa un cavo HDMI. Quindi mettetelo in valigia, magari di quelli che ingombrano poco come questo qui (fai click). Lunghezza? 2 o 3 metri possono essere sufficienti, troverete sicuramente uno spazio dove appoggiare il computer nelle vicinanze del televisore.

Lascia un commento