Zion National Park

Potrei anche non scrivere niente e lasciare solo questa fotografia, dice tutto quello che c’è da dire: WOW!!! Me lo dico da solo, lo so, ma ogni volta che rivedo questa immagine l’espressione di stupore è sempre la stessa e per dirla all’americana… WOW!!!

Ma il dovere mi impone di scrivere e di raccontarvi qualcosa di questo luogo. Era l’estate del 2018, mi trovavo ad attraversare Zion National Park quasi per sbaglio, perché si voleva andare da Las Vegas verso Page, una piccola cittadina dell’Arizona (di cui parleremo in un’altra occasione) passando da nord. L’itinerario completo è questo qui di seguito, e con le varie soste nel parco richiede quasi il doppio del tempo.

E’ inutile dire che il parco è veramente bello ed offre panorami incredibili. Lungo la strada potete ammirare formazioni rocciose dalle forme e colori veramente particolari (e ne parleremo, garantito).

La foto che vedete su in alto è stata scattata poco dopo l’ingresso sud, dove trovate anche il visitor center, lungo la Zion Canyon Scenic Drive. A questo indirizzo trovate la mappa: https://www.nps.gov/zion/planyourvisit/maps.htm. Il punto preciso non è difficile da trovare: parcheggiate nei pressi del Canyon Junction Bridge, scendete sotto il ponte e camminate un po’ lungo il fiume, il Virgin River, fino a trovare il punto che più vi piace. In ogni caso le coordinate (approssimativamente) sono queste: 37.2174625°N, 112.9758824°W. Per chi preferisse Google Maps, questo è la mappa.

Sicuramente il parco merita una visita ben più approfondita della mia, che è stata davvero una toccata e fuga. Come per tutti i parchi nazionali, il biglietto di ingresso è valido per una settimana. Se ne visitate 3 o più, pensate all’acquisto dell’Annual Pass. Praticamente con poco meno del costo di 3 parchi potete avere un pass della durata di un anno che vi dà accesso a tutti i parchi nazionali (non gli state parks, attenzione). La cosa interessante è che potete acquistare un ingresso (ex. per Zion), poi un secondo (ex. per Grand Canyon) e quando arrivate al terzo mostrate i biglietti degli altri 2, pagate la differenza con l’annual pass e lo ottenete. Da lì in poi potrete entrare in tutti i parchi nazionali per un anno dalla data del primo biglietto.

Alla prossima avventura, sempre con piacere!

Lascia un commento